Mi posso permettere solo questo commento …

Vedete il video

Agliana 8 settembre 2015

Dopo tutte le “ chiacchere “ che ho sentito, pochi minuti sono bastati per smentirle tutte.

Accordi sottobanco, domande precostituite fra Il Del Debbio e il sindaco Mangoni e tante altre amenità, anche da personaggi, anche se non coinvolti, con chi ha governato per oltre cinquanta anni Agliana, insieme alla Provincia e alla Regione, compreso per decine di anni anche il governo, erano nel partito da cui derivano.

Tempi grassi per le entrate, oltretutto, dove molti milioni venivano dagli oneri di urbanizzazione, scempio del territorio, oggi solo pochi spiccioli.

Oggi, il sindaco eredità un paese che per anni è l’immagine (case popolari dell’est ) delle sue ideologie, fallite in tutto il mondo.

Lo scempio, mi permetto di fare un’elenco di alcune, in particolare per i più giovani e per quelli di scarsa memoria:

  • Aver permesso che il paese (11 Kmq) fosse diviso in due.
  • Autorizzato la distruzione di tutte le vecchie coloniche.
  • La distruzione del complesso dei macelli, per compiacere gli interessi ideologici di qualcuno.
  • Aver investito nel cinema Moderno, rinunciando alla costruzione della sala polivalente, con terreno già destinato in via Mallemort, oggi non ci sarebbe il problema della biblioteca.

polivalente

  • L’inceneritore, dovrei scrivere per ore, morale c’è chi fa; male!!! e per ora, solo parla…
  • Abbiamo una burocrazia comunale, non solo per colpa sua. Non sappiamo cosa  vuole e chi la dirige, il personale burocratico si sente solo e mal giudicato.
  • Avevamo due partecipate nostre, Amag e Cis; l’Amag è stata liquidata, il Cis si è trasformato, per interessi … si è triplicato, tutto con l’avallo delle Giunte di sinistra.
  • Voglio dire al sindaco, che la disponibilità di 2 milioni 800 mila €, in cassa, non ci sono, sono solo figurativi, in quanto vi è tuttora una causa in corso con la provincia, che dovrebbe pagare, consiglio comunale del bilancio di previsione, consigliera Lucia Salaris,” abbiamo un tesoretto …”.

Per oggi basta e ne avanza …

Pier

Di Piervittorio Porciatti

Dal 1998 sono in rete con notizie e foto con il giornale (ora lo chiamano blog) gli fu dato il nome: "AquaM" una parola latina il cui significato era "acqua", MA per noi voleva comunicare le notizie dei paesi di Agliana, Quarrata e Montale. Con un gruppo di giovani divenne rivista, 24 pagine a colori dal nome: "I FOGLI DI IOD, Ieri, Oggi & Domani" in migliaia di copie, conesgnate per posta ad ogni famiglia Aglianese. Da rivista divenne giornale, dal nome: "I FOGLI". Gravi malattie mi costrinsero ad abbandonare, chi mi sostitui cessò dopo poco più di un anno.