I CITTADINI CONTENTI … MUOIONO con tanto di certificato “ ISO 14000 e/o EMAS.”

 

Video. I CITTADINI CONTENTI … MUOIONO con tanto di certificato “ ISO 14000 e/o EMAS.”

GRANDE ALBERTO, con i numeri non dà scampo …LADURNER, costretta a scoprirsi …il “Re Travicello” affonda …  

betti - lardurner

Sindaco Betti,      Ing. Gianluca Musetti

Una commissione comunale con una platea degna di un consiglio comunale:

Due Giornalisti, Giacomo Bini della “Nazione” e il solito direttore responsabile del giornale digitale “ I FOGLI ” con videocamera (102 minuti) per chi, non era presente.

Testimoni per eventuali smentite, resoconti non esatti o chi, per motivi diversi, non potendo partecipare, sente il dovere civico di “conoscere” con il diritto di  essere informato.

Il sindaco Betti ( comproprietario pro tempore del CIS)inchiodato alla poltrona, (video, I FOGLI) …

Presenti, il presidente del CIS spa, Dottor Franceschi, una sfinge, ing. Gianluca Musetti responsabile per la ladurner, ing, Marchiani Direttore dell’impianto, (pochissime parole).

Presenti ai banchi, Alberto Fedi; Lara Bilenchi (Sinistra Unita per Montale),  fra il pubblico, la capo gruppo Gianna Risaliti, Martina Bruni, Dino Polvani.

Per la maggioranza, il presidente della commissione  Alberto Gorgeri, Ylenia Di Milta, Federica Sciré, Galardini (PD), fra il pubblico il segretario del PD, Masini.

Numeroso il pubblico, Impossibile non notare l’ex sindaco Scatragli e l’ex assessore Taiti, un gruppo numeroso del “Centro Sinistra Unito per Montale”, tre donne, molto attente.

Al banco della presidenza, Sindaco Betti, a seguire nell’ordine il presidente del CIS Spa, Dottor Franceschi, l’ing. Gianluca Musetti (Ladurener ( gerente) ultimo l’ing. Marchiani.

L’ingegner Gianluca Musetti di Ladurner (gerente), sorpreso e sconcertato dalle domande del consigliere Alberto Fedi di opposizione, del “ centro Destra Unito per Montale e da un valido supporto, sintetico, chiaro  deciso della capo gruppo, Laura Bilenchi, minuta ma grande donna.

Al banco il sindaco ascolta, come in trance, Franceschi e Marchiani non rispondono, parlano di norme e rispetto delle regole, un polverone …

Solo uno, l’ing. Musetti, impietosamente  inchiodato da Alberto fedi, cerca di rispondere con buona volontà e collaborazione, ma le domande incalzanti lo costringono ad ammissioni. E’ costretto a cambiare tattica nelle risposte, sposta il bersaglio e questo è il primo errore, senza pietà il Fedi, interviene anche Lara Bilenchi, i cittadini non valgono nulla.

 

Il lavoro di Alberto Fedi, che altri dovevano svolgere, ben pagati per questo.

 

Alberto un politico, che insieme ad altri amici svolge volontariamente con passione e senso civico la delega ricevuta da molti cittadini.

 

Alberto fedi

In una mia nota della settimana scorsa ,circa lo sforamento, mettevo in evidenza che lo sforamento era avvenuto nel mese in cui era stata messa in atto una consistente riduzione della quantità di carboni attivi immessi nell’impianto.

Si era passati, per la linea 1,  da una immissione nell’impianto di 8,5  a 5,96 kg di carbone attivo per ogni ora ,( meno 29,88%) mentre il rapporto fra la quantità carbone attivo e la quantità rifiuto trattato è passato da 2,382 di aprile e 2,751 di maggio a 1,877  di luglio,

e ipotizzavo che lo sforamento fosse avvenuto per questo motivo,

Non lo so, ma vorrei sapere se c’è un protocollo che indica la quantità di carbone da immettere, e chi decide la quantità da immettere, visto queste differenza. Se la quantità immessa a luglio era sufficiente, perché nei mesi precedenti è stata immessa  una quantità sensibilmente maggiore?

Ma su questo punto ci ritorneremo

 

Ma, nella stessa nota mettevo in evidenza, che, al contrario di quanto affermato dalla Ladurner nella Relazione del 3 settembre , secondo la quale ,  lo sforamento era causato dalla partita di carbon attivo arrivato il 9 giugno e che tale partita si era esaurita il 10 agosto, affermavo che , dal Report, facendo delle semplici sottrazioni, risultava che a fine luglio, di quella partita erano sempre disponibili 4681 kg, e che era impossibile che tale partita si fosse esaurita il 10 di agosto in quanto questo avrebbe significato che la linea 1 avrebbe consumato 4681 kg di carboni attivi, quando nei precedenti 22 giorni di attività del mese precedente ne aveva consumati 3.179

E mi domandavo, dove fosse stato utilizzato questo carbone attivo

Con i Report di agosto ci sono state le risposte, bastava cercarle, e le risposte sono state inquietanti

 

Ma partiamo dall’inizio

 

Nella  REALAZIONE  DESCRITTIVA IN  MERITO  AI  VALORI  PCDD+PCDF  LINEA  1 – luglio/ agosto 2015”   la Ladurner afferma “ visto il valore della fiala dell’ultima quindicina di agosto (0,022 ng/Nmc) della concentrazione del parametro PCCD/F l’ipotesi più probabile è che il carbone attivo immesso alla linea in quel periodo abbia avuto delle caratteristiche non ottimali .  In particolare il carico del giorno09/06/2015 che è stato dosato sulla linea in quel periodo.

Secondo in nostri calcoli quel carico di carbone è stato introdotto nella linea dal 28 giugno al 10 agosto 2015. Infatti una volta esaurito questo carbone i valori PCCD/F sono rientrati su valori consoni al normale funzionamento della linea

Il decremento della diossina senza ulteriori fattori di cambiamento,( non era ancora stata effettuata la fermata programmata dell’impianto ) rilevata nell’ultima quindicina di agosto non può che essere causata dall’introduzione di un carbone attivo efficace nella rimozione delle diossine.

Su questa ipotesi si basa tutta vicenda, compresa l’Autorizzazzione a riaccendere la Linea

Ma questi signori ci prendono in giro?

Con che coraggio si può affermare che

“una volta esaurito questo carbone i valori PCCD/F sono rientrati su valori consoni al normale funzionamento della linea”  e che il decremento della diossina ) rilevata nell’ultima quindicina di agosto non può che essere causata dall’introduzione di un carbone attivo efficace nella rimozione delle diossine”

 

Quando per tutto il mese di agosto hanno usato la stessa partita di carbone usata nel mese di luglio

E che il 10 di agosto, data,  secondo la Ladurner, in cui si sarebbe esaurita tale partita erano ancora disponibili kg 3321 kg di quella partita e che questi sono stati usati per tutto il mese di agosto,fino alla fermata del 22 agosto

 

Per cui se i valori nella seconda quindicina di agosto “sono rientrati nei valori consoni al normale funzionamento della linea” non è certo per una nuova partita di carbone, che non c’era, non era disponibile, che sarebbe arrivata solo il 28 agosto, ma per motivi che non sono stati resi noti, che noi non conosciamo, ma che forse la Ladurner  conosce e che per opportunità non rende noto

 

Ma andiamo per ordine

Il carico di carboni attivi del giorno 09/06/2015, indicato dalla Ladurner come responsabile degli sforamenti, era di 8460 kg. circa 25 mc, come riportato nei Report,

 

Visto che la linea 1 ha consumato, come da Report, nei circa 22 giorni di attività del mese di luglio 3179 kg di carbone e dal 28 al 30 giugno, tenendo conto del dosaggio medio di quel mese, si può ipotizzare un consumo di ulteriori 600 kg di prodotto, possiamo dire che a fine luglio, visto che nella relazione si indica sempre che tale partita di carbone è stata IMMESSA  NELLA  LINEA  1, e non anche nella 3, , sarebbero stati ancora disponibili 4681 kg della partita arrivata il 9 giugno

Dal 1 agosto al 10 di agosto, data, secondo la Ladurner, si è esaurita la partita di carboni non ottimale, la linea ha lavorato 200 ore , essendo stata ferma 40 ore per riparazione della caldaia,, consumando , secondo i Report, ulteriori 1360 Kg,(6,8 consumo orarioX  200 h)

Per cui, contrariamente a quanto afferma la Ladurner nella sua relazione, al 10 agosto la partita incriminata non era affatto esaurita , ma c’erano ancora 3321 kg.della stessa

Dove sono finiti questi 3321 kg di carboni attivi  della partita incriminata??

Semplice

Si è continuato ad usarli sulla linea 1 fino al 22 agosto quando la linea è stata fermata per manutenzione programmata dell’impianto, con un ulteriore consumo di 1925 kg di prodotto della partita di carboni con caratteristiche, secondo la Ladurner, non ottimali.

 

Ma, come detto, pur usando carboni della partita definita dalla ladurner “ non ottimali”i valori della seconda quindicina di agosto, con un prelievo effettuato dal 14 al 27 agosto, ha dato valori di diossina ampiamente nella norma, 

 

A fine agosto  erano ancora disponibili, della partita incriminata, kg 1396 kg,

 

altro che finiti il 10 agosto

 

Per cui nella seconda quindicina di agosto, fino al 22 agosto, quando l’impianto è stato fermato per manutenzione programmata, non essendo ancora a conoscenza degli sforamenti, si è continuato ad immettere nella linea 1 carbone attivo della partita arrivata il 6 giugno, che secondo la Ladurner aveva caratteristiche non ottimali

Di questo c’è la certezza in quanto, dopo l’arrivo del 9 giugno, destinato al silos della linea 1, c’è stato solo un arrivo, quello del 9 luglio, destinato al silos della linea 3, ( anche perché nell’altro non ci sarebbe entrato) e il successivo c’è stato solo il 28 agosto, per cui nel mese agosto necessariamente era immesso nella linea 1 carbone attivo della consegna del 9 giugno, non c’era altra scelta.

 Anche perché nessuno conosceva i risultati delle analisi, ne poteva sospettare che esse sarebbero state fuori norma,

Se come dice la Ladurner, tale partita si fosse esaurita il 10 agosto, quale partita hanno usato per andare avanti fino al 22 agosto se avevano programmato un nuovo carico solo per il 28 agosto?

Qualcosa non torna, qualcuno mente e spudoratamente

 

 

A fornire ulteriori conferme sulla qualità del carbone usato in quel periodo, ci sono le analisi fatte sia sulla linea 1 che sulla linea 3 il 13/07/2015 (riportate sul sito di CIS spa e del comune di Montale), cioè nel pieno periodo in cui sarebbe stato usato il carbone attivo, secondo la Ladurner, con caratteristiche non ottimali.

 Ebbene, queste analisi  bimestrali in discontinuo fatte secondo quanto prescritto dall’AIA, hanno valori ampiamente nella norma, cioè 0,0397 per la linea 1 e 0,0265 per la linea 3.

Visto che, come già evidenziato in precedenza, a quella data, secondo i calcoli del gestore,  era usato il carbone attivo della partita che dato origine ai problemi, perché queste analisi hanno valori assolutamente consoni al normale funzionamento della linea?

Eppure il carbone attivo immesso a quella data, secondo la Ladurner, è sicuramente quello che avrebbe generato valori fuori norma.

 

Inoltre la partita era stata controllata e analizzata, e il titolo di iodio, che in parole semplici indica la capacità di assorbimento di quel carbone, era uno dei migliori delle ultime consegne ed era 886, mentre l’ultima del 28 agosto, era di 802

Per fare un raffronto ricordo che il titolo di iodio della partita che portò allo sforamento del 2007 era di 303

Con questa partita di carbone attivo abbiamo questo percorso

  –Immesso nella linea 1 il 28 giugno

–13 luglio prelievo in discontinuo su entrambe le linee, per analisi bimestrali prescritte dall’AIA –Ampiamente nella norma

 

Prelievo in continuo per la seconda quindicina di luglio e prima di agosto – FUORI NORMA

— Prelievo in continuo seconda quindicina di agosto  AMPIAMENTE NELLA NORMA

 

Questo sempre con la stessa partita di carbone

 

 Quale è allora la causa?

 

 Non è stata individuata, per cui l ’impianto è ancora a rischio incidente e il Sindaco se non emetterà immediatamente una ordinanza di fermare la linea 1 ,  in attesa di individuazione della causa, si prenderà una grossa responsabilità, sia penale che morale,  in caso di un nuovo incidente simile.

 

  1. S. Nell’ipotesi prospettata dall’ing. Musetti della Ladurner, che la partita di carbone sia stata scaricata in parte nel silos destinato alla Linea 3, in questo caso anche i valori di questa linea sarebbero dovuti risultare fuori norma.

 

LINEA PERIODO ORE LAVORATE CONSUMO kg RIMANENZA
28 giugno Kg 8.460
Linea1(8,30 kg/ora) 28- 30 giugno 72 597,6  Kg 7.862,4
Linea1(5,96 kg/ora) 1-31 luglio 533,5 3.179,66 Kg 4.682,74
Linea 1(6,8 kg/ora) 1- 10 agosto 200 1.360 Kg 3.322,74
Linea1(6,8 kg/ora) 11- 22 agosto 292 1985,6 Kg 1.337,14
RIMANENZA 22/8 Kg 1.337,14
About Piervittorio Porciatti 247 Articles
Studio e lavoro per 55 anni, poi ancora studio per trasmettere l'esperienza acquisita a chi la ritiene utile, senza nessun compenso materiale ...