CONOSCERE … MISERICORDIA 1908 …

OGGIMISERICORDIA ONLUS, COSA CREDERE …

Ieri, Oggi e Domani … 

 

“CONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI AGLIANA – ONLUS”, controlla la maggioranza dei consigli di amministrazione di entrambe le società. Dalla “FONDAZIONE”, dovrebbe ricevere un affitto; Dalla  “ UNIMISE s.r.l.”, possiede la nuda proprietà, l’usufrutto delle quote vanno alla FONDAZIONE. Questo lo scopo delle tre società di diritto privato, il fine è nella mente degli uomini che l’amministrano.

 

Occorre fare una premessa prima di iniziare “MISERIOCRDIA ONLUS, 2.0.”

Nel 2013, alcune domande di un blog, poste in termini giornalisti non graditi dal consiglio direttivo della Misericordia, di cui è presidente del consiglio di amministrazione Corrado Artioli, attualmente presidente della “FONDAZIONE MISERICORDIA DI AGLIANA”.

Il Blog, nel giugno del 2013, non avendo avuto riscontri, poneva altre domande con termini ancora più forti.  Interveniva il Dottor Ferdinando Santini, riconoscendo indirettamente pertinenti le domande del Blog uno stralcio del suo intervento:

“ … Altri segnali inducono, invece, a domandarci, soci e dirigenti della Misericordia onlus, specie alla luce della nuova normativa sulla prevenzione e repressione della corruzione ed illegalità (legge 6 nov. 2012, n. 190) e del dlg 14/03/2013, recante il riordino e la disciplina sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle P.A., se non sia il caso di adeguarci anche noi: siamo in parte controllati dalle stesse P.A. ed Enti, che ci devolvono denaro pubblico. Abbiamo toccato con mano e visto con i nostri occhi, che negare l’accesso agli atti non ha sortito l’effetto voluto.”

Siamo arrivati alle querele, un atto non Misericordioso e qui siamo intervenuti a cercare di mettere pace per riportare  il confronto alle sue giuste dimensioni e continuiamo in questa difficile impresa.

Per chiarezza, dopo le querele e il nostro primo intervento l’abbiamo chiamata: “MISERICORDIA ONLUS, 2.0.”

Una breve sintesi iniziale, nel marzo del 2016 il giornale cerca contatti diretti e indiretti, Presidente Ilaria Signori, Dipendente Simonetta Morosi, il nuovo correttore  Don Tempestini, l’addetto stampa Renato Niccolai e buon ultimo il segretario della Misericordia Carlo Niccolai, un Tourbillon impressionante.

Chiediamo a chi legge di memorizzare bene lo svolgersi dei fatti in una breve cronaca, nessun commento, nessun giudizio questi, li lasciamo ai lettori darli e di esprimerli su questo giornale o su altri.

Carlo Niccolai, segretario della Misericordia, insiste perché si torni da Renato Niccolai. Addetto stampa.

  • Renato Niccolai, uno che lavora, quindi molto impegnato, numerose le telefonate fra il 27 e il 30 giugno, in cui si sollecita di sapere la data della conferenza stampa (preannunciata) dallo stesso, fine mese di giugno ci dà appuntamento per il 5 luglio alle 18.45.
  • Leggendo il Tirreno del 2 luglio rimaniamo basiti,  apprendiamo che un nostro collega, Massimo Vitulano riportava dati che a noi erano stati negati, di alcuni sapevamo in via non ufficiale, notizie confermate da la Nazione, altro giornale locale con dati ancora più ampi, potete immaginare la nostra sorpresa di essere stati letteralmente presi … Da una veloce indagine appuriamo dell’invio (email) alle testate: “La Nazione e il Tirreno”.
  • Puntuali alle 18.45 siamo nella sede della Misericordia, ci riceve Renato Niccolai, addetto stampa, consegniamo tre foglietti con le domande(vedi): Misericordia Onlus, cinque; Fondazione, sei; Unimise srl, cinque. Trattiene le domande per la Misericordia Onlus e restituisce Fondazione e Unimise srl. e ci consegna il bilancio del 2015 della misericordia Onlus. Non comprendiamo ma, accettiamo doverosamente indietro le richieste scritte. Prima di uscire, chiediamo del perché del mancato invito alla conferenza stampa, Renato Niccolai: Me ne sono dimenticato …

Come dichiarato nella premessa, forse passando da sciocchi oltre alla pazienza teniamo anche la speranza, lo dobbiamo a tutti i volontari della Misericordia di Agliana che invitiamo a far sentire la loro voce alla luce del sole, come mi ha confidato una persona molto considerata ad Agliana con cui si confidano.

Dal bilancio chiuso al 31.12.2015 in forma abbreviata, depositato per legge dalla Misericordia Onlus di Agliana al tribunale di Pistoia, non può dare una conoscenza sufficiente per esprimere un giudizio compiuto data la forma abbreviata.

Ci è stato consegnato (Renato Niccolai) il bilancio chiuso al 31 dicembre 2015, redatto in forma “abbreviata” nel rispetto delle leggi vigenti. Il fascicolo nella pagina principale riporta che è composto da cinque capitoli,  capitoli in basso a sinistra (vedi):

  1. Bilancio d’esercizio chiuso al 31.12.2015.
  2. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31.12.2015.
  3. Redazione sulla gestione.
  4. Relazione del collegio sindacale.
  5. Bilancio analitico.

Solo dopo alcuni giorni, al momento della digitalizzazione, abbiamo constatato  che erano state strappate alcune pagine, nella maglietta erano rimasti alcuni piccoli brandelli.  Mancavano le pagine del quinto capitolo: Bilancio Analitico.  Nella forma abbreviata è  il più dettagliato.

Quando avremo il bilancio completo potremo dare dopo una attenta analisi, un giudizio e porre all’attenzione del Direttivo le nostre proposte: Diminuire i costi ricorrendo a volontari per il ramo amministrativo e chiedere a Antonio Morosi di rinvigorire la partecipazione “attiva” di tutti, in particolare dei cittadini, sempre stati generosi con la Misericordia.

La Redazione

 

Responsabile di questo giornale sono tenuto a intervenire

Per la situazione locale sopra descritta con cronaca sintetica dei fatti, inerenti la Misericordia di Agliana dal 2001, con la fine della presidenza di Attilio Barontini e l’avvento di Corrado Artioli, si è rotto qualcosa nell’equilibrio centenario dell’associazione, solo con l’analisi della documentazione possiamo cercare di sapere e quindi provvedere al meglio, per fermare la deriva di questa benemerita associazione.

La pazienza mi accompagna, la speranza mi sorregge, lascio a Voi commentare l’ultimo episodio di Renato Niccolai inerente la conferenza stampa, sono buono e forse bischero, ma non sciocco.

Mi soffermo brevemente invece sul bilancio, sono state strappate alcune pagine che ritengo essenziali per una analisi.  Colpisce, la “Nota integrativa parte iniziale”(pag. 5 e 6) due pagine di citazioni (oltre 50 righe) per giustificare che la legge era stata rispettata, ma secondo la mia opinione non è rispettata  la trasparenza.

Da tempo l’associazione non comunica con i cittadini ma, anche con i volontari, il distacco è sempre più grande, diminuiscono notevolmente i contributi volontari, molti servizi sono in calo, la relazione della Governatrice, Ilaria Signori contiene a una prima veloce lettura un errore, i volontari sono indicati in 189, in effetti sono 195.  La Governatrice li considera grandi numeri e auspica che crescano ancora, solo buone intenzioni. Da un confronto con le altre associazioni similari, ne siamo lontani, in Agliana è  sola, Montale con il 30% di residenti in meno ne a due con un numero  molto superiore al nostro. Il volontariato nel nostro paese è sentito, la Misericordia non solo non lo stimola ma, crea ostacoli burocratici di tutti i generi.

Giusto aver rinegoziato il mutuo, visto l’andamento finanziario, non condivido l’opinione che la causa della perdita sia la costruzione dell’immobile di Piazzetta della Misericordia,  un opera in futuro, se ben utilizzata darà grandi soddisfazioni.

Con attenzione leggerò il questionario che presenterete alla popolazione sopra i 65 anni, potrei dare un modesto contributo, occorre conoscere, quali sono le fonti del questionario ?.

Prevedere la realizzazione di un centro trasfusionale è normale visto che abbiamo una forte associazione di donatori di sangue: “ Fratres di Agliana”.

Il parco macchine è cresciuto di due unità con il forte contributo di alcuni istituti bancari.

In sordina l’elezione del “Correttore Morale”, Don Luciano Tempestini, ricordo che lo statuto riserva a lui grosse responsabilità, presiede la commissione elettorale e ne dà un giudizio morale ed etico e cura la formazione spirituale dei volontari e Soci della Misericordia Onlus.

Un nuovo consiglio direttivo, alcuni nuovi:   Martina Marchetti, Martina Cuguru e Giacomo Natali; Confermata la presidente, Ilaria Signori, sembra che qualche socio voglia impugnare la sua elezione precedente, mancato rispetto dello statuto, articolo 13; riconfermato e promosso Vice presidente, Leonello Reali; riconfermata e promossa Segretaria. Anna Bonacchi; riconfermati consiglieri: Egidio Iannotta, Carlo Niccolai e Renè Niccolai.

Lasciano il consiglio: il Vice – Presidente Massimo Bruchi; Corrado Artioli; Greta Avvanzo. Corrado Artioli, dopo oltre tre lustri lascia la Misericordia, ma comunque saldo alla presidenza della: “FONDAZIONE MISERICORDIA DI AGLIANA”.

Il direttore responsabile Pier Vittorio Porciatti

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. misericordia agliana. | Linee Future

I commenti sono bloccati.