L’Aventino, è boicottare un’iniziativa o un’attività in virtù della proprio abbandono o assenza.

Tra i sette colli di Roma, il colle Aventino può essere considerato il colle della poesia.

laraNumerose sono le interpretazioni del nome Aventino: qualcuno lo fa derivare da aves. La parola aves, indicava una
specie di uccelli, che Remo scorse durante la gara con il fratello Romolo per decidere in quale luogo dovesse sorgere Roma. Altri studiosi lo collegano al termine adventus, raduno per le riunioni che vi tenevano i plebei in occasioni delle celebrazioni di Diana. Un’antica leggenda inoltre, narra che qui fu sepolto Aventinus, il re di Albalonga, morto per essere stato colpito da un fulmine.

Nel 451 a.C. la plebe si ritirò in armi sull’Aventino dopo un ennesimo sopruso della cerchia dei decemviri, capitanati da Appio Claudio, eletti per redigere le Dodici Tavole e presto trasformatisi in oligarchi.

Oggi si protesta e si abbandona il campo, con facilità, la mia modesta opinione:

La vita (grande scuola) insegna mai, abbandonare …

E’ meglio non iniziare un’impresa, anche se poi, ti rimane il dilemma tutta la vita …volterrani

Una piccola goccia, che cade sempre ne solito posto, sfonda la pietra più dura del mondo …

Interroga la tua coscienza, con calma, riflessione, con l’animo in pace … avrai tutte le risposte che cerchi …

Art. 63 del regolamento del consiglio comunale:

“Questione pregiudiziale o sospensiva.”

Proibire la discussione in consiglio comunale di un argomento è contro la Costituzione italiana, vedi:

Il testo dell’articolo 21

“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente

  il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni DSCF1061

  altro mezzo di diffusione.”

Di Piervittorio Porciatti

Dal 1998 sono in rete con notizie e foto con il giornale (ora lo chiamano blog) gli fu dato il nome: "AquaM" una parola latina il cui significato era "acqua", MA per noi voleva comunicare le notizie dei paesi di Agliana, Quarrata e Montale. Con un gruppo di giovani divenne rivista, 24 pagine a colori dal nome: "I FOGLI DI IOD, Ieri, Oggi & Domani" in migliaia di copie, conesgnate per posta ad ogni famiglia Aglianese. Da rivista divenne giornale, dal nome: "I FOGLI". Gravi malattie mi costrinsero ad abbandonare, chi mi sostitui cessò dopo poco più di un anno.