LA CREDIBILITA’ SI ACQUISTA, Promettendo cinque facendo sei. SI PERDE, promettendo nove facendo sette …

SONO POSSIBILI ALTRE IMPOSTE O  TAGLI USANDO LE NUOVE TECNOLOGIE E LA RIFORMA DELLA BUROCRAZIA SENZA SE E SENZA MA, CONOSCENDO ENTRATE E USCITE DEL COMUNE.

Undici giorni al voto, nessuno dei candidati affronta lo smaltimento dei rifiuti, incide sulla salute e la tasca: quattromilioniquattrocentosettantasettecentosessantuno euri e 15 centesimi.

Meno di cento, in maggioranza commercianti, piccole aziende e partite “Iva”. Queste le frasi iniziali dei candidati: Per caso fossimo eletti … “ …“ … non siamo quelli allucinati …” …“ …la disoccupazione è ai massimi livelli …”.  Iniziano le domande: Quale politica tariffaria e tributaria si intende perseguire per sostenere la competitività delle imprese?

Le frasi iniziali dei candidati: “ … parto da quello che ho fatto …“ …avanzo di amministrazione …“ … i servizi non corrispondono alle spese …abbiamo un asilo nido che costa 970 mila euro  … “ … non siamo venuti per fare processi  a nessuno … una riduzione del suolo pubblico …“ … convocare gli stati generali … siamo favorevoli a rivedere …”. Quali sono i progetti riguardanti le principali aeree commerciali del territorio?: : “ … i commercianti del centro ingaggiano una dura battaglia … puliremo la città … adesso fate un sogno …“ …sbloccare il piano urbanistico …“ … come un marchio …  un ufficio per iscrivere le aziende al MEPA…“ … cosa fare per aiutare Quarrata … viale Montalbano è la vergogna della città … “ …oggi è un centro accogliente … area commerciale dello Sperone …”.

Terza domanda: Quale sarà il ruolo del vostro programma del centro commerciale di Quarrata?  Quarta  domanda: Infrastrutture e arredo urbano. Quali sono i progetti del futuro sindaco? 

Ascoltate e riflettete, dopo potrebbe essere troppo tardi …

DAL 2000 CHE CI INTERESSIAMO DEL PROBLEMA DELLO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI, GRUPPI DI AZIENDE GIA’ LO FANNO DA ANNI APPLICANDO LA TARIFFA PUNTUALE …

Possiamo cominciare subito, la tariffa puntuale aumenta la raccolta differenziata, diminuisce i rifiuti, si acquista prodotti con meno imballaggi. Chi non differenzia, paga di più. Meno investimenti (fonte di corruzione) e più personale,  risparmio per Quarrata, oltre 1.500.000 €. 

Paga chi inquina (le persone), lo dice la legge, non le case, mai visto una casa fare i rifiuti da sola … Il Mazzanti fa pagare (parte fissa) alla casa il 63,67%  … Riflettete, senza contare, la salute non ha prezzo …

Nostra opinione che non si rispetti la legge … sono le persone, le attività che consumano, producono formando il rifiuto questo costa a smaltirlo. Inoltre, molte attività, dovendo smaltirlo in proprio, subiscono un ulteriore costo.

Programmi, dovrebbero esaudire le necessità dei cittadini, per questo pagano imposte e tributi (non più sopportabili). Chi propone, deve conoscere entrate, uscite, lasciate dall’amministrazione precedente. Essendo non più possibile aumentare le entrate se non con recupero dell’evaso e un accordo con chi non ha potuto pagare. Ridefinire la spesa di ogni capitolo,  sempre in pareggio di bilancio. Conoscenza, fantasia, consenso, ideologia queste doti potrebbero sfociare nel successo della strategia.  

Possono ricorrere al credito, devono comunque trovare entrate che non siano ulteriori imposte e tributi. Vedete due tabelle, uscite del bilancio di previsione 2107 di Quarrata.

Le tabelle, con i relativi grafici, usano dati ufficiali del comune di Quarrata.

Come sempre attendiamo i vostri commenti.

La redazione I FOGLI.

©opyright

Video e foto e materiali di questo giornale possono essere liberamente utilizzati a condizione che se ne citi l’origine con la seguente formula:  Dal giornale: I FOGLI.